Vai al contenuto

Machiavelli: le regole del gioco di carte più astuto del circondario

Machiavelli le regole del gioco sinteticamente:

Mazzo di carte: Si utilizzano due mazzi di carte francesi da 52 con 4 jolly.

Distribuzione delle carte: Dopo aver mischiato le carte, il mazziere distribuisce 13 carte per ogni giocatore (8 se i giocatori sono più di 5) una alla volta in senso orario. Alla fine, il mazziere deve mettere una carta scoperta sul tavolo e le restanti nel mazzo.

[magicards thumbsize=”medium” col=”8″ updown=”1″ description=”0″ ids=”54385,54381,54349,54345,54341,54337,54329,54325,54321,54313,54305,54301,54297″ num=”13″ share=”0″ onecard=”0″ noshuffle=”0″ notoggle=”0″ backface=”54429″]

Date un’occhiata alla vostra mano, cliccando su ognuna delle carte… e se non vi piace potete rimescolare.

Inizio del gioco: Il giocatore a sinistra del mazziere inizia a pescare la prima carta e, a seguire, tutti gli altri sempre in senso orario.

Combinazioni valide: Ogni carta pescata deve essere accoppiata fino ad ottenere delle combinazioni valide che permetteranno al giocatore di posare le carte sul tavolo. Queste combinazioni sono:

  • Tre o quattro carte dello stesso valore e di semi diversi (Ad esempio: 7♥ 7♦ 7♠)
  • Scale di almeno tre carte di valore consecutivo dello stesso seme (Ad esempio: 3♠ 4♠ 5♠)
  • Aggiunta di una o più carte alle combinazioni presenti sul tavolo (Ad esempio: aggiunta del 2♠ alla combinazione precedente e/o aggiunta del 7♣ al tris del primo esempio)
[magicards thumbsize=”large” col=”3″ updown=”0″ description=”0″ ids=”54381,54377,54373″ num=”3″ share=”0″ onecard=”0″ noshuffle=”0″ notoggle=”0″ backface=”54429″]

Un tris di re

Regole del gioco: Per effettuare la propria giocata non è necessario aver raggiunto un punteggio minimo: si può iniziare subito ad operare, anche aggiungendo carte alle combinazioni già scoperte dagli altri giocatori, purché valide3. Non si possono appropriarsi delle carte già depositate sul tavolo dagli avversari.

Fine del gioco: Il gioco termina quando un giocatore rimane senza carte in mano. Vince chi deposita tutte le carte che ha in mano sul tavolo da gioco sotto forma di combinazioni valide.

Vediamo come si vince una partita:

Si vince a Machiavelli quando un giocatore riesce a posare tutte le carte che ha in mano sul tavolo, formando combinazioni valide. Questo significa che il primo giocatore che rimane senza carte in mano è il vincitore della partita.

machiavelli regole del gioco

1. Cos’è il gioco di carte Machiavelli

Machiavelli è un gioco di carte molto simile alla Scala Quaranta.
Si differenzia dal suo più illustre cugino in alcuni punti essenziali:

  • non c’è bisogno di aprire, poichè le combinazioni si possono inziare a calare fin da subito anche quando si abbiamo meno di 40 punti tra le carte della propria mano;
  • le scale possono continuare su entrambi i lati dell’asso;
  • il giocatore cui spetta il turno può riprendere combinazioni precedentemente da carte calate da lui o da altri rimontandole in combinazioni diverse, a patto che cali sul tavolo tutte le carte che ha ripreso più una delle sue;
  • il giocatore pesca una carta dal mazzo sul tavolo solo se non può calare nessuna carta.

E’ molto pittoresca l’origine del nome di questo gioco di carte in quanto deriva proprio dallo statista Niccolò Machiavelli che è diventato sinonimo di spettacolari astuzie: allo stesso modo i giocatori con la possibilità di ricombinare le carte già calate sul tavolo dai propri avversari possono ribaltare le sorti di una partita.

2. Come calcolare i punti a Machiavelli

Quando un giocatore rimane senza carte vuol dire che “ha chiuso“, quindi ha vinto la partita e gli avversari devono contare i punti delle carte che hanno ancora in mano.

Il valore assegnato alle carte è il seguente:

  • 11 punti per gli Assi
  • 25 punti per il Jolly
  • 10 punte per le Figure
  • per le carte dal 2 al 10, tanti punti quanto è il loro valore

3. Come vincere al gioco di carte Machiavelli

Il Machiavelli è considerato un gioco da tavolo, per la dinamica e la semplicità delle regole, sebbene in Machiavelli le carte in uso siano le stesse associate a giochi di ben altro livello, sia intellettuale che economico. Non è un gioco d’azzardo, è un gioco di strategia.  Riassumiamo, di seguito, alcuni utili consigli per vincere a Machiavelli carte alla mano:

  • Adottare una strategia per cambiare le carte in tavola
  • Non affidarsi solo al caso
  • Cambiare le combinazioni esistenti per liberarsi delle carte in mano
  • Fare attenzione all’uso del Jolly

4. Come giocare a Machiavelli

Per organizzare una partita a Machiavelli è necessario utilizzare due mazzi da 52 carte francesi e tutti e 4 i Jolly. Il mazziere, ossia uno dei partecipanti selezionato in maniera casuale, procede con la distribuzione di 9 carte per ciascun giocatore. Al termine della distribuzione, viene posto sul tavolo da gioco il tallone, ovvero la restante parte del mazzo da gioco con la prima carta coperta.

Il gioco procede quando ciascun partecipante, a partire da quello a sinistra del mazziere, pesca una carta e, ove possibile, deposita sul tavolo da gioco una combinazione ritenuta valida dalle regole del gioco. Nel caso in cui un giocatore peschi una carta valida per aprire, può farlo solamente alla mano successiva.

Per poter “aprire” è necessario che il giocatore sia in possesso di una delle combinazioni valide:

Tris o quaterna di carte dello stesso valore e di semi diversi; ad esempio, è valido l’utilizzo di tre carte del valore pari a 7, rispettivamente di quadri, cuori e picche.

Scala di almeno tre carte consecutive dello stesso seme; ad esempio è considerata valida la sequenza delle carte del valore 7, 8 e 9 di fiori

Aggiunta di una o più carte alle combinazioni già depositate sul tavolo dagli altri giocatori; ad esempio, un giocatore può aggiungere un 6 di fiori ad una scala dello stesso seme mancante di quell’elemento;

Per quanto riguarda il Jolly, questa carta può assumere il valore e il seme che il giocatore decide essere più vantaggioso nella propria strategia di gioco. Può essere pescato dal “tallone” o essere distribuito inizialmente dal mazziere.

Il gioco termina quando uno dei giocatori esaurisce le carte in mano o, nel caso si stia giocando a punti, viene considerato vincitore colui che alla fine di tutte le mani di gioco ha accumulato un numero inferiore di punti.

5. Similitudini del Machiavelli con il gioco del Ramino

Il gioco di carte Machiavelli presenta delle analogie evidenti con il Ramino, dal quale deriva.
In particolare, entrambi offrono la possibilità ai giocatori di modificare le carte che sono state calate sul tavolo, aggiungendone una di quelle pescate dal mazzo o utilizzandole per realizzare le proprie combinazioni valide.

Inoltre, è possibile riscontrare delle analogie nella tipologia di mazzo utilizzata e nel conteggio dei punti. A questo proposito è opportuno ricordare che per procedere con il conteggio finale dei punti il valore delle carte è:

La definizione del gioco di carte Machiavelli regole e storia è potenziata dall’ottimo Dizionario dei Giochi di A.Angiolino e B.Sidoti, edito dalla Zanichelli.

Volete provare un gioco completamente diverso con carte dalla grafica sognante e immaginifica? Perchè non dare un’occhiata alla nostra recensione tutorial su Dixit?

Sapete giocare a Machiavelli ma non a Burraco? Vorreste imparare a giocare a Burraco ma non sapete a chi chiedere? Date un’occhiata al nostro brevissimo tutorial!

Quanti giocatori possono partecipare al gioco?

Il gioco di Machiavelli può essere giocato da un minimo di 2 a un massimo di 6 giocatori. Tuttavia, se i giocatori sono più di 5, è necessario apportare una piccola variazione nella distribuzione delle carte.