nemesis lockdown

Nemesis Lockdown – Bentornati all’inferno (ovvero come siamo stati fortunati ad atterrare su Marte …)!

Aggiornato il 14 Aprile 2022 da ilgiocointavolo

<<Siamo finalmente scappati con le capsule di emergenza da quell’inferno che era diventato la Nemesis!! Qualunque cosa vorrà riservarci il destino, niente potrà essere peggio di quello che abbiamo passato …>>

Giusto ? Sbagliato!!!
Con la nuova uscita Nemesis Lockdown (gioco da tavolo standalone) della Awaken Realms distribuito in Italia dalla Cranio Creations, i sopravvissuti della Nemesis atterrati su Marte dovranno far fronte, questa volta, ad una minaccia ancora più insidiosa: i Predatori della Notte e i Chytridi.
Vediamo qualche dettaglio delle carte in gioco e parliamone con Davide Malvestuto, Localization Editor della Cranio Creations, che, come nella precedente intervista sulle espansioni di Nemesis Carnomorph e Void Seeders, ha fatto con noi una chiacchierata telefonica chiarificatrice.

Ciao Davide!

Ci parli, per cominciare, delle difficoltà nella localizzazione di Nemesis Lockdown rispetto al gioco base di Nemesis e alle altre espansioni?

E’ stato un progetto impegnativo! Anche più del Nemesis originale: il regolamento è di 32 pagine con un sacco di cose da controllare:
il gioco ha più componenti, più regole, molti moduli aggiuntivi che devono essere tutti compatibili con il gioco originale e le varie modalità. Bisognava fare attenzione alla compatibilità con il gioco originale sia in fatto di termini utilizzati nel gameplay, sia nel regolamento che nelle carte.

Il tuo coinvolgimento in Nemesis Lockdown in cosa è consistito ?

Io sono il responsabile del progetto e mi interfaccio con Awaken Realms e Rebel. Sono il responsabile del controllo, a livello di coerenza, supervisiono il lavoro del grafico, del traduttore e del revisore effettuando poi il controllo di qualità finale fino a che il gioco non è pronto per uscire.

A livello temporale e di ambientazione dove è situato Nemesis Lockdown rispetto al Nemesis originale (tenendo fuori le espansioni Carnomorph e Void Seeders)?

A livello temporale è situato dopo gli eventi di Nemesis. Praticamente i superstiti della Nemesis si trovano in questo complesso marziano. Ad esempio uno dei personaggi precedenti è La Cavia e lo stanno studiando. In sostanza ci sono nuovi personaggi che abitano il complesso e i vecchi personaggi superstiti della Nemesis. La differenza di localizzazione dei personaggi consiste nel fatto che i nuovi personaggi partono dal Deposito mentre i superstiti della Nemesis partono dalla Stanza di isolamento e ognuno ha dei vantaggi. Però non hanno equipaggiamento iniziale.

A livello di meccaniche abbiamo dato un’occhiata ai tutorial in inglese che ci sono in giro (non avendo fisicamente il gioco presso di noi) e abbiamo notato ad esempio … un maggior numero di dadi … ?

Molti più dadi? No, sbagliato! Non aumenta l’aleatorietà rispetto al Nemesis originale. Esiste sempre il sacchetto con i segnalini, con minime variazioni, i soliti dadi combattimento e dadi rumore.

Ci parli un po’, allora, delle meccaniche nuove che ci sono in Lockdown?

Il gioco comprende già tutte le meccaniche esistenti nel gioco base. Riguardo alle nuove meccaniche: in Lockdown ci sono due mappe completamente nuove. Il complesso è diviso in 3 sezioni, che sono separate da una scala di emergenza e ascensore (che non sempre funziona). La scala di emergenza è sempre al buio e questo è un aspetto collegato ad una nuova meccanica di cui vi dirò tra poco. Poi c’è un bunker in cui ci si può rifugiare, all’esterno del complesso, raggiungibile con il rover marziano, la Stanza di Isolamento , le nuove capsule di salvataggio (in Lockdown c’è il Sistema di spedizione dei Cargo che periodicamente lasciano la superficie per essere sparate sulla Terra) che sono più che altro punti di Fine Partita.

Ma con l’aggiunta della meccanica dei Protocolli di Emergenza, sopravvivere non serve a nulla se, ad esempio, la squadra di soccorritori della Corporation ha l’ordine di eliminarti insieme a tutte le prove del disastro: in sostanza durante il gioco ogni giocatore ha 1 o 2 protocolli di emergenza estratti casualmente (a seconda di quanti si gioca), alcune tessere Protocollo di emergenza rimangono in riserva e c’è un Protocollo che non viene dato a nessuno (che sarà quello che poi verrà applicato nel gioco). Scambiandosi le informazioni e consultando i token Protocollo nella riserva, i giocatori devono intuire qual’è quello effettivo della missione e capire come fare per salvarsi.

Poi ci sono gli Eventi Cinematici legati agli intrusi: gli Intrusi in Lockdown sono molto più pericolosi e possono fare fino a 2 movimenti consecutivi, quindi anche se il numero degli alieni non aumenta è più facile incontrarli, sono più mobili.

Ci sono anche delle Azioni Computer che praticamente sono accessibili dalle stanze con il computer e quindi la presenza di un computer in una stanza influisce maggiormente sul gameplay. C’è la meccanica inoltre della Conoscenza: se aumenta la Conoscenza degli alieni per un giocatore allora può sfruttare/beneficiare delle Debolezze degli alieni. Ci sono dei gettoni appositi, detti di Conoscenza che servono questa meccanica.

E infine c’è la meccanica dell’Energia: nel Complesso marziano l’energia è saltata e i generatori di emergenza che forniscono energia alle sezioni o all’ascensore si stanno esaurendo; quindi alla fine si avrà una o più sezioni che sono al buio fin dall’inizio e altre che diventano man mano buie durante la partita: in questo caso gli alieni attaccano con più frequenza e con più efficacia. La luce rende più facile scampare ad un attacco e anche gli Eventi sono peggiori in assenza di luce (c’é una sezione apposita sulla Carta Evento che ti dice “Se è buio fai anche questa cosa X”).
Anche perchè gli alieni di questo scenario si annidano nel buio, sono tematizzati quindi in questo modo.

Ti interrompo per introdurre l’argomento che a me personalmente intriga di più a livello di ambientazione (essendo un appassionato del franchise di Alien) abbiamo combattuto contro gli Intrusi, contro i Carnomorfi e contro i Parassiti Mentali: questi nuovi alieni che caratteristiche hanno? Si rifanno a qualche creatura particolare o sono originali?

A livello di gameplay hanno eventi loro e una grande mobilità. La caratteristica principale è quella che sono annidati nel buio e quindi nel gioco bisogna cercare di evitare le zone buie per evitare gli agguati. Sono abbastanza originali!

Cosa c’è all’interno della scatola di Lockdown che distribuirete in Italia ?

Noi distribuiamo sia il gioco base di Nemesis Lockdown che gli stretch goal del Kickstarter di Nemesis Lockdown. Ti faccio una panoramica: il gioco base contiene più o meno la stessa tipologia e quantità di materiale di Nemesis. Gli extra prevedono una nuova generazione di alieni che sono i Chytridi che hanno un sistema di spore e miceli per diffondersi in una progressione lenta ma inesorabile. Poi ci sono diverse altre cose tra cui il cancello del bunker, il rover ed il portellone in plastica. Materiali extra per poter usare il medico, tutta una serie di carte per usare i personaggi di Aftermath e, ultima cosa, le regole e i materiali per usare sia l’espansione Carnomorph che la VoidSeeders con Nemesis Lockdown: qualche componente, i mazzi eventi e le carte Aiuto per poter integrare queste espansioni con LockDown.

A livello di prezzi che asticella mettiamo per la scatola base, ad esempio?

Bhe, in Lockdown ci sono 6 personaggi nuovi, il materiale di chi ha Carnomorph e Voidseeders è compatibile con Lockdown (così come i personaggi di Nemesis). Ci sono un sacco di regole in più, una specie di alieni completamente nuova che tra l’altro si possono usare anche nel gioco base di Nemesis (sia i Chytridi che i Predatori notturni).
Inoltre riguardo alle modalità di gioco: Lockdown ha le modalità in solitario e cooperativa (non c’è la modalità in cui uno dei giocatori fa la parte del cattivo) e ma esiste anche una modalità legata alla mappa alternativa sul retro del tabellone di gioco con delle regole aggiuntive (e con un dado apposito) che permette di spostarsi su tutta la superfice marziana, quindi con una serie di meccaniche legate al movimento all’esterno (ad es. tempeste di sabbia, che hanno bisogno di adeguato equipaggiamento per essere superate) sia da parte dei giocatori che da parte degli alieni.

E’ un aspetto che ci piacerebbe affrontare in un tutorial !!!

E’ tutto integrabile tranne i personaggi nuovi nel vecchio (per le loro caratteristiche e per il bilanciamento).

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Ilgiocointavolo presenta ->
Average rating:  
 0 reviews

Torna su