Kids & Legends distribuito dalla Asmodee Italia … e giocare di ruolo non è più un problema

Aggiornato il 30 Agosto 2021 da ilgiocointavolo

Il gioco di ruolo è sempre stato presente nel progetto originario di divulgazione di ilgiocointavolo.it . Quello che è mancato sul mercato in questi due anni è stato un prodotto in cui ci fosse uno spiccato approccio semplificato per i neofiti pur mantenendo caratteristiche di profondità e di godibilità sia per gli adulti che per ragazzi e bambini.

E’ stato quindi con grande piacere che abbiamo visto approdare il progetto di Kids & Legends dalle acque spesso tempestose di Kickstarter alle rive sicure della distribuzione attraverso Asmodee Italia. Ne abbiamo letto, abbiamo speculato sui contenuti e finalmente due settimane fa siamo venuti in possesso di una copia di questo fantastico gioco di ruolo, grazie anche all’interessamento di Michele Torbidoni (che si è occupato della Storia che regge e permea questo gdr, del suo layout ed infine del marketing) e di Ilaria Tosi della Asmodee Italia che ci ha subito rilasciato una dichiarazione che gronda entusiasmo per il progetto:

Ilaria Tosi, Marketing Manager della Asmodee Italia – Per noi questa è stata un po’ un’eccezione perché solitamente localizziamo e distribuiamo giochi creati dagli Studios internazionali con cui lavoriamo di solito, ma in questo caso ci siamo proprio immediatamente entusiasmati per il progetto e per le sue caratteristiche di originalità, accessibilità e inclusività, ed è la soluzione perfetta a una serie di ostacoli che spesso vengono riscontrati da chi si avvicina per la prima volta al gioco di ruolo, soprattutto in giovane età. Tutte queste caratteristiche ci hanno spinto a contattare i ragazzi di Kids & Legends, il resto della storia la conoscono tutti e ci rende felici !!!

La scatola di Kids & Legends è davvero ricolma di ottimo materiale: la grammatura giusta per i manuali e i token, la grafica accurata e intrigante ci hanno dato fin dall’unboxing l’impressione di un prodotto di qualità.

Noi di ilgiocointavolo.it abbiamo poi voluto sentire anche Michele che ci ha tolto i dubbi residui su tutta l’operazione Kids & Legends.

1) Che tipo di prodotto editoriale e quello di Kids & Legends? Prevedete pubblicazioni regolari con nuovi libri di avventure o è da considerarsi una uscita una-tantum con eventuali espansioni?

Michele Torbidoni – Per una realtà come la nostra, che è letteralmente partita da zero la definizione di “futuro” è andata consolidandosi nel tempo. Ci teniamo molto a fare un passo alla volta. Il motore di gioco che abbiamo sviluppato in questi anni ci consente, già da subito, di creare un ecosistema di offerta intorno alla scatola Retail. Quindi, si, prevediamo nuove pubblicazioni che andranno ad espandere le vicende narrate nella campagna principale, ma ci piacerebbe anche moltissimo coinvolgere gli autori della nostra community andando a costruire un vero e proprio marketplace delle avventure homebrew. Per farlo stiamo sviluppando il Legends Engine, un’applicazione web evoluta che consente di scrivere, pubblicare e condividere le proprie avventure. 

Approfondiamo un po’ il discorso “Legends Engine” che ci ha sbalordito sopra ogni dire ?

Michele TorbidoniLegends Engine è un’applicazione web completa e autonoma. È stata progettata e realizzata da zero dagli autori di Kids & Legends insieme ad un team di sviluppatori.
Il software nasce da una serie di necessità convergenti. Volevamo creare un sistema che consentisse di giocare una sessione di Kids & Legends anche da remoto, replicando l’esperienza specifica di una serata al tavolo senza dover cambiare o modificare alcuna meccanica per riuscire. Poi abbiamo voluto progettare un’applicazione di scrittura e creazione avventure homebrew che riuscisse a gestire la ricchezza di dettagli e di connessioni interne presenti in una avventura ufficiale. Per finire volevamo creare un luogo dove poter condividere e scambiare le proprie avventure e campagne.
Per realizzarlo abbiamo progettato una User Experience ricca, moderna e flessibile. Nell parte di scrittura si è scelto di lasciare massimo spazio all’attività creativa e di scrittura facendo si che tutto il peso di mantenere aggiornati i riferimenti incrociati tra gli eventi e le zone, gestire la tabella degli storypoint e visualizzare i timer sia interamente sulle spalle dell’applicativo software. Questo sistema è uno dei più avanzati (forse il più avanzato al momento) tool per la scrittura di avventure cooperative e a bivi. 
La parte di gioco online punta tutto sul “realtime”. I giocatori vedono quello che vedrebbero su un normale tavolo di gioco. Plance, segnalini, dadi, immagini evocative e schede. Vedranno i puntatori degli altri giocatori e del master agire e spostare elementi in tempo reale. Ogni giocatore avrà accesso ad una chat audio che gli consentirà di comunicare a voce.
Il Marketplace sarà il luogo dove chi scrive avventure potrà condividere le proprie creazioni. Gratuitamente o a pagamento. Sarà anche il posto perfetto per sfogliare le realizzazioni altrui, esplorare le nuove avventure “Legends Originals” create dai nostri autori. Insomma una miniera di materiale.
Il tool gira su un cloud server scalabile autonomo in grado di reggere in modo efficiente i molti utenti connessi nello stesso momento.

2) Kids & Legends è il risultato di una scommessa o l’andare incontro ad una esigenza che avete incontrato lungo la strada della diffusione del gioco da tavolo? I ragazzi vogliono ruolare?

Michele TorbidoniKids & Legends nasce dopo un’esperienza triennale di gioco con i ragazzi. Grazie alle numerose associazioni sul territorio abbiamo coinvolto oltre 650 tra ragazze e ragazzi e giocato in quasi 30 comuni diversi. In tutti questi eventi abbiamo sperimentato con mano come l’esperienza di ruolo sia davvero magnetica per questa fascia d’età nonostante in pochissimi conoscano davvero il tipo di gioco. La grande maggioranza dei ragazzi ci ha risposto “Ah, un gioco di ruolo? Si ci gioco sulla play!”. Poi quando vedi lo stupore che si dipinge sui loro volti mentre ti chiedono “ah, ma … posso fare qualsiasi cosa?”, beh … è impagabile. Quindi, si, c’è una forte richiesta e anche da parte dei genitori, che sono esplicitamente interessati ad introdurre questo gioco collaborativo in famiglia, ma che non hanno tempo e modo di studiarsi dei manuali prima di iniziare a giocare. 

3) Le tematiche affrontate durante le avventure sono studiate per piacere esclusivamente/prevalentemente ai ragazzi o prevedete che uno o più adulti possano partecipare (non nel loro ruolo di educatori)?

Michele Torbidoni – Abbiamo posto la massima attenzione a non includere situazioni disturbanti o particolarmente cupe, ma senza rendere il gioco troppo annacquato. La campagna principale è divertente, piena di situazioni stimolanti e nemici pericolosi da combattere. Non è un gioco incredibilmente punitivo, ma questo non significa che tu non debba pianificare le tue azioni e collaborare con gli altri. Si tratta, quindi, di un’esperienza completa che può essere apprezzata anche dagli adulti (anzi, durante i playtest, i non giovanissimi hanno apprezzato moltissimo il gioco continuando ad organizzare partire in autonomia). Il divertimento c’è tutto, senza sconti. Anche per i grandi.

4) La durata delle partite di Dungeon & Dragons (oltre al set di regole base per giocare) sono sempre stati un grosso ostacolo per i neofiti dei giochi di ruolo. Leggiamo che in K&L le regole sono state praticamente azzerate e si possono apprendere giocando direttamente la prima partita, ma che durata ha una partita a K&L ?

Michele Torbidoni – Abbiamo rivoluzionato la fase di onboarding e di formazione iniziale. Come ti dicevo una delle osservazioni più frequenti è stata “mi piacerebbe giocare con i miei figli, ma sono pieno di impegni e davvero non ho tempo di studiarmi il manuale”. Per questo motivo abbiamo rimosso ogni necessità di conoscere in anticipo le regole, promuovendo un approccio basato su tutorial in-game. Le regole vengono spiegate (al master e ai giocatori) solo quando servono e mentre si procede a giocare. Anche se nella scatola ci sono tantissimi materiali, è sufficiente prendere il fascicolo “Inizia da qui” e cominciare a leggere ad alta voce. Il Master e i giocatori verranno condotti, passo dopo passo e in modo coinvolgente e divertente a scoprire il gioco. Abbiamo posto attenzione anche ad evitare la famosa “sessione zero”, cioè la prima serata in cui, sostanzialmente, non si gioca ma si creano i personaggi. Che è una cosa molto divertente da fare per chi conosce già tutte le opzioni che il sistema di classi offre, ma per il target di Kids & Legends era impensabile chiedere ai ragazzi e al Master inesperto di fare scelte sulla base di informazioni e regole che ancora non padroneggiano. Quindi partiamo dalla fine. Si inizia descrivendosi e spendendo un certo numero di punti su delle semplici caratteristiche (forza, agilità, mente e creatività). Ti senti più agile che forzuto? Ti piace risolvere le questioni usando la testa, piuttosto che improvvisando? Bene, allora le tue caratteristiche potrebbero essere Forza: 1 Agilità: 3 Intelligenza: 2 e Creatività 1. Cioè “1321”. A questo punto apri il Libro delle Classi e cerca la pagina 1321 e troverai solo le quattro classi giuste per te. Nessuna necessità di conoscere tutto il sistema per scegliere che personaggio interpretare. 
Tutte queste soluzioni (assieme ad altre) consentono di velocizzare alcune fase e riescono a garantire una durata complessiva di un paio d’ore a sessione.

 5) In quante persone si può giocare una partita di K&L ?

Michele Torbidoni – Da 3 (2 giocatori + 1 master) a 5 (4 giocatori + 1 master).

 6) Che target di età avete pensato per K&L ?

Michele TorbidoniIl gioco è consigliato da 9 anni in su. A noi è capitato anche di giocare con i più piccoli, ma dipende molto dal livello di astrazione e dalla capacità di mantenere l’attenzione del bambino.

Torna su