Domino regole in pillole – Giochi da tavolo e di carte

Published by ilgiocointavolo on

Le definzioni di Domino Regole in Pillole sono potenziate dall’ottimo Dizionario dei giochi di A. Angiolino e B. Sidoti edito dalla Zanichelli.

Cos’è il Domino

Materialmente il Domino è un insieme di tessere in avorio, legno, osso, metallo o plastica suddivise in due parti e riportanti su entrambe dei simboli numerici. Prendono il nome di Domino anche alcuni dei giochi che si possono fare con queste tessere.

Il Domino più classico è costituito da 28 tessere, ognuna delle quali ha in ciascuna metà un valore compreso tra 0 e 6 rappresentati simbolicamente con i pallini che indicano i numeri sulle facce dei dadi.
Una tessera che abbia lo stesso valore su entrambe le metà viene detta doppio e la versione di Domino con 28 tessere (visto il valore più alto che può assumere una tessera) è anche detta Doppio 6.

Domino regole da rispettare

Nella variante del Domino più praticata si distribuiscono coperte tutte le tessere ai giocatori, in modo che ciascuno ne abbia lo stesso quantitativo. Chi ha la tessera con il doppio 6 la mette in tavola scoperta (e tiene coperte le altre sue tessere): il giocatore successivo può attaccare ad una delle due metà una tessera che abbia anch’essa un sei, mettendola in contatto con la tessera sul tavolo. Il giocatore successivo attacca nello stesso modo una delle sue tessere che abbia lo stesso valore della seconda faccia del giocatore precedente, formando una linea di gioco e allungando la catena.

La catena delle tessere

La catena della tessere può non essere necessariamente dritta, ma curvare adattandosi alle dimensioni del tavolo. Chi non ha tessere adatte passa il turno e vince chi per primo esaurisce tutte le sue tessere. Nel caso (piuttosto insolito) in cui nessuno possa continuare ad agganciare tessere alla catena, vince chi ha il minor numero di tessere.

Effetto domino regole

Il domino viene anche utilizzato per un gioco di abilità basato, appunto, sull’effetto domino: si mettono le tessere in piedi ed in fila ad una distanza l’una dall’altra inferiore alla lunghezza di ciascuna di esse. Si possono realizzare anche disegni molto elaborati. Quando la disposizione è stata completata si da’ una schicchera alla prima tessera della fila che cadendo darà il via ad una spettacolare reazione a catena.

Abbiamo recensito qui uno dei Domino della Dal Negro.

Domino Regole standard … per quando avrete fatto un po’ di pratica…

La forma del “serpente” di tessere è libera, disposta volutamente con uno schema a croce a partire dalla doppia tessera iniziale, ma non viene mai chiusa e le tessere doppie vengono messe di solito di traverso. Se un giocatore non può attaccare una tessera, passa il turno direttamente se si gioca a quattro, oppure pesca da quelle rimaste a faccia in giù, cioè dall’ossario, finché non ne trova una che va bene (le tessere pescate inutilizzabili vanno aggiunte tra le proprie).

Vince il giro chi finisce per primo le tessere o chi ha il minor numero di pallini sulle tessere. Chi vince o esaurisce per primo le tessere si aggiudica in questo modo la somma dei punti delle tessere degli avversari (in caso di gioco a coppie senza contare quelli del compagno di squadra). Nel domino in forma elementare il punteggio viene calcolato solo alla fine di ogni giro. La mano successiva viene aperta dal giocatore a sinistra di quello che ha iniziato la partita seguendo il senso orario.

In situazione di stallo, cioè quando nessun giocatore può attaccare tessere, vince il giocatore o la coppia che dispone di meno pallini e totalizza i punti corrispondenti alla quantità di pallini degli avversari meno la quantità dei propri pallini. Inoltre, se nonostante ciò i giocatori dovessero trovarsi con gli stessi punteggi, la mano viene annullata.

In genere le partite a domino si giocano ad un punteggio prefissato (es. 100 punti) e il giocatore o la coppia che raggiunge o supera quel punteggio si aggiudica il match.

Domino regole – La variante Five-Up

Il Five-Up, All Fives o Domino del Cinque è una variante in cui l’obiettivo è quello di formare delle catene e di esaurire tutte le tessere che si hanno a disposizione tenendo però conto di un’ulteriore regola. Una partita a questa variante di domino è giocabile in 2, 3, 4, 5 o 6 giocatori, solitamente ci si gioca a 50, 100, 250 o 500 punti. Il giocatore totalizza ulteriori punti quando le estremità libere sommate danno un multiplo di cinque (5, 10, 15, 20, e così via).

I giocatori fanno quindi dei punti anche durante la partita, quando il totale delle estremità della catena è divisibile per cinque. La somma delle estremità è denominata “Conteggio del piatto”. Nel Five Up la prima tessera non deve essere per forza una doppia. La prima tessera doppia inserita nel “serpentone” prende il nome di Spinner e può essere agganciata da altre tessere con lo stesso numero di pallini in tutti e quattro i margini, cosa che non è possibile fare con le altre tessere doppie che vengono inserite dopo.

La variante Five UP del Domino Regole per vincere

Vince il giro chi finisce per primo le tessere o chi ha il minor numero di pallini sulle tessere. Chi vince o esaurisce per primo le tessere si aggiudica in questo modo, oltre al punteggio conseguito durante la partita, la somma dei punti delle tessere degli avversari arrotondata al multiplo di cinque più prossimo (in eccesso o in difetto). La mano successiva viene aperta dal giocatore a sinistra di quello che ha iniziato la partita seguendo il senso orario.