da Vinci acquisice ghenos

dVGiochi News – acquisizione Ghenos Games e aggiornamento per il 2020

Aggiornato il 12 Febbraio 2021 da ilgiocointavolo

La daVinci Editrice s.r.l. (la dVGiochi per gli amici e appasionati di Bang!) ha siglato con la Ghenos Games un accordo preliminare per l’acquisizione della nota casa editrice di giochi da tavolo con target “geek”.

A loro proposito, dal comunicato stampa congiunto ufficiale per questa operazione, leggiamo:

dV Giochi è il più longevo editore italiano nel settore specializzato dei giochi da tavolo. Grazie all’ampia rete di partner internazionali e alla distribuzione capillare dei suoi titoli in tutto il mondo, l’editore perugino si è affermato in Italia e all’estero. La missione di dV Giochi è rendere i giochi da tavolo il passatempo numero uno per tutti.

Ghenos Games è un editore e distributore di giochi in scatola con sede a Milano, che intende unire grande professionalità e competenza con divertimento e cultura. La filiera del settore riconosce in Ghenos uno dei più importanti player italiani del canale specializzato, in cui opera da oltre 15 anni con serietà e dedizione.

Abbiamo sentito in proposito Barbara Rol – Marketing and communication della dVGiochi e ne abbiamo approfittato per chiedere un aggiornamento su quello che la dVGiochi ha fatto in questo turbolento 2020.

La notizia dell’accordo preliminare di acquisizione di Ghenos Games da parte di dV Giochi ci ha colpito e ci è sembrata la prima vera buona notizia nel settore giochi da tavolo per questo 2021. Cosa ci riservano per il futuro queste due grandi professionalità del settore? Che progetti avete?

La voce degli editori 7 – Barbara Rol – Intendiamo lavorare su due fronti: la pubblicazione di edizioni localizzate dei grandi successi editoriali stranieri, e la progettazione di titoli originali. L’offerta editoriale sarà molto vasta e spazierà dai titoli per bambini, ai giochi casual fino alle proposte per giocatori e ai “cinghiali” per i più esperti. Grazie a un catalogo diversificato e di alta qualità, saremo un polo editoriale di riferimento nel mercato italiano e potremo investire il nostro impegno e le nostre risorse per una crescita anche nei mercati internazionali.


Rivolgendo uno sguardo a questo strano 2020 finito da pochissimo, quali vostri giochi da tavolo prodotti/distribuiti ritenete  il  vostro fiore all’occhiello per lo scorso anno?

La voce degli editori 7 – Barbara Rol – Il gioco che ci ha regalato maggiori soddisfazioni è Fuga dal Manicomio, l’edizione italiana di una Escape Room da tavolo pubblicata dal nostro partner editoriale russo. Il titolo ha riscosso un successo superiore alle aspettative, è andato esaurito in tempi brevi ed è attualmente in ristampa. Nel 2021 pubblicheremo anche Dark Story, un gioco a sé stante la cui trama è un sequel del gioco predecessore. Dark Story è caratterizzato da un originale sistema di gioco nel formato di una cartellina, in cui la narrazione si svela “una piega alla volta”.


Dalle scorse festività abbiamo deciso di affrontare la diffusione dei giochi da tavolo nelle famiglie partendo dai bambini, creando un’apposita sezione nel nostro sito. Quale dei vostri giochi, ancora disponibile in catalogo ma non  necessariamente recentissimo, potrebbe avere le caratteristiche  necessarie a riunire tutta la famiglia dal nipotino al nonno attorno ad un tavolo?

La voce degli editori 7 – Barbara Rol – I giochi del catalogo dV che possono essere giocati da più generazioni attorno allo stesso tavolo sono moltissimi; cito ad esempio il recente Tsuro, un grande classico che dV Giochi ha deciso di riportare sugli scaffali e che diverte a tutte le età, a partire dagli 8 anni.

dvgiochi


Come ha impattato il COVID-19 nelle vostre attività del 2020 ?

La voce degli editori 7 – Barbara Rol – Per quasi due mesi gli uffici dV sono rimasti inattivi o hanno lavorato in modo parziale. La conseguenza più impattante è stato il ritardo di nuove produzioni e ristampe: molti titoli sono arrivati nei magazzini dV con mesi di ritardo e molti best-seller del catalogo sono stati out of stock nella stagione natalizia. Il calo di fatturato dei negozi fisici è stato compensato da un eccezionale aumento delle vendite online. In definitiva il 2020 di dV Giochi si è concluso in positivo, con un +8% di fatturato e, grazie alla recente acquisizione, il 2021 è partito con presupposti ancora migliori.

La ferita aperta delle mancate fiere del gioco in tutto il mondo è ancora abbastanza dolorosa. Vi siete accorti che riuscite a sopperire alle richiesta di novità anche senza eventi fisici o avete riscontrato carenze comunicative ? Che riscontro avete avuto dai vostri utenti?

La voce degli editori 7 – Barbara Rol – Le fiere restano uno strumento di comunicazione imprescindibile; appena sarà possibile, torneremo a partecipare alle manifestazioni ludiche. Non vediamo l’ora di rivedere i nostri clienti e amici affollare i tavoli dello stand!