fbpx

Il gioco da tavolo First Martians – Ma perchè diavolo siamo atterrati su Marte !!??!!

Pubblicato da ilgiocointavolo il

Imparare il gioco da tavolo First Martians - Ma perchè diavolo siamo atterrati su Marte !!??!! 1
Il setup completo iniziale di First Martians

Preludio – Diario di bordo

Il morale della squadra è alto. E’ una fortuna perchè è solo cooperando che riusciremo a sopravvivere su Marte, il pianeta ostile per eccellenza. Ci aspettano innumerevoli missioni e NESSUNO di noi è sacrificabile. Il Controllo Missione è stato chiaro:《Nessuno di voi deve morire》dopottutto siamo i Primi Marziani sul Pianeta Rosso.

Il programma che abbiamo avuto in dotazione e che consultiamo obiettivo per obiettivo si può installare anche su di uno smartphone: è una fortuna perchè Marte è un ambiente ostile e non potremo mai rimanere con le mani in mano. Dovremo costruire, esplorare e fare ricerca. E’ in questo che consiste la nostra routine giornaliera. Gli astronauti che compongono l’equipaggio sono tutti in buona salute .. certo qualcuno ha le sue fisime, i suoi punti deboli e le sue abilità .. ingegneri. medici, geologi e scienziati: tutti qui su Marte avranno un compito e tutti saranno messi alla prova.

Il Controllo Missione non ha contrassegnato, tuttavia, con priorità massima tutto ciò che dovremo fare: avremo Obiettivi Obbligatori e Obiettivi Opzionali da raggiungere, ma tutti gli obiettivi dovranno essere raggiunti in un numero ben determinato numero di round (il Controllo Missione li chiama SOL).
Nell‘HUB, dove viviamo, tutto deve funzionare al meglio e in caso di guasti dovremo necessariamente intervenire con tutte le nostre abilità. Non saranno tollerate nè perdite di ossigeno, nè pezzo di ricambio usurato, nè malfunzionamento di sonda … a lungo andare ne va della vita di tutti.

Ma perchè diavolo siamo atterrati su Marte? Perchè è qui che ci metteremo alla prova: le missioni non sono che ordinaria amministrazione per astronauti preparati come noi (anche se a volte saranno una corsa contro il tempo) . Ma non sono la parte più difficile. Ci aspetta il Labirinto della notte…. e molto spesso quello che ci succederà dipenderà dalla imprevedibilità del Pianeta Rosso.

Benvenuti nel gioco da tavolo First Martians !!

Ingombro sul tavolo2 metri quadri circa
MaterialeOttimo, resistente e ben disegnato
DivertimentoDopo aver superato le prime difficoltà di comprensione inziali il gioco diverte tanto, da soli o in compagnia
Giudizio complessivo

Approfondimento

Il gioco da tavolo First Martians – Avventure sul pianeta rosso, al di la’ della difficoltà di interpretazione e delle lacune del regolamento, è un gioco da tavolo che restituisce tantissimo in termini di ambientazione, immersività, profondità e rigiocabilità. Non è un sicuramente un filler (n.d.r. gioco usato per riempire attese tra eventi più importanti). Restituisce, nel senso che occorre dare anche tanto: è necessario studiare e ancora studiare pazientemente le sue regole e ordinare le informazioni spigolate da varie fonti in un tutto organico… dopotutto si tratta di una stazione spaziale da gestire in un pianeta ostile. E’ proprio la mancanza, però, di un percorso rigidamente prestabilito ad essere la garanzia di una reale partecipazione attiva dei giocatori: siete davvero voi a garantire la riuscita di una missione o di una campagna (delle campagne in First Martians parleremo più avanti in un ulteriore approfondimento).

Le 4 buste chiuse che ci verrà detto di aprire solo in un determinato momento di una campagna.

La componentistica è di tutto rispetto (e di ottima fattura):

1 tabellone di gioco 3 miniature 15 dadi speciali (12 di 3 colori differenti) 12 pedine azione 125 cubetti e token di plastica di vario colore 150 carte 4 schede ID dei giocatori 19 tessere ROI 13 tessere struttura 8 tessere Arresto 8 tessere Miglioramento 135 segnalini 1 regolamento

Aggiornato il by ilgiocointavolo